Giuliano Tamburini nasce a Pesaro nel 1958, dove consegue il diploma all`Istituto Tecnico Commerciale. Inizia a dipingere giovanissimo da autodidatta prediligendo il tema del paesaggio, realizzato prevalentemente ad olio e tempera. In seguito, lo studio dei classici lo conduce alla scoperta dei forti contrasti tra luci ed ombre e alla grande forza espressiva del Caravaggio; alla raffinatezza, nel racconto del quotidiano, delle opere di Vermeer e la grande suggestione dei paesaggi di Turner che, specialmente nelle opere veneziane, esalta la qualità espressiva dell`acquerello.

Il percorso formativo prosegue poi con l`approfondimento delle varie tecniche artistiche presso la sede di scuole ed istituti d`arte riservando una particolare attenzione allo studio dell`acquerello, alla scultura e al modellato. Nello stesso momento approfondisce la conoscenza dei vari movimenti del XX secolo avvicinandosi progressivamente all`arte contemporanea.

Nelle opere recenti è prevalente l`uso della tempera e dell`acrilico con applicazione della foglia d`argento. La stesura del colore è ora eseguita, accanto ai modi tradizionali, con mezzi diversi quali l`aerografo e varie tipologie di strumenti artigianali. Nel 2002 approda ad una pittura di comunicazione sociale e di grande impatto emotivo. Nell`ottobre 2004 ha presentato un ciclo di lavori sul tema dell`infanzia violata.

Dal `94 ad oggi ha partecipato a numerose collettive e personali in Italia e all`estero riscuotendo l`interesse della critica, conseguendo diversi premi e riconoscimenti.